CRITERI AMBIENTALI MINIMI IN EDILIZIA​

I Criteri Ambientali Minimi (C.A.M.) per l'edilizia sono stati introdotti con il decreto del 24 dicembre 2015 del Ministero dell'Ambiente, e resi obbligatori dal nuovo Codice dei Contratti Pubblici. Nascono in applicazione del "Piano d'Azione per la sostenibilità dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione (PAN GPP)", adottato dal Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel 2008, con lo scopo di definire i criteri ambientali, appunto, minimi che le amministrazioni pubbliche devono applicare per lavori di edilizia, per garantire che le proprie gare d'appalto siano “green”.

I C.A.M. per l'edilizia hanno come oggetto l'opera nel suo complesso e i materiali componenti nelle diverse fasi di progettazione, realizzazione e gestione e si applicano per appalti di nuove costruzioni, ristrutturazioni e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri.

Ultimo aggiornamento in materia è stato il D.M.  Ministero Ambiente 11 ottobre 2017, pubblicato poi in G.U.  serie generale n.259  in data 6 novembre 2017, "Criteri ambientali minimi per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici".

NUOVE PRESCRIZIONI PER LE GARE​

In relazione alle nuove prescrizioni adottate per le gare pubbliche, i C.A.M. dell'edilizia stabiliscono anche dei riferimenti in merito alle figure professionali accreditate in grado di operare in questo contesto:

D: Quali sono i professionisti accreditati ai fini dell’applicazione di questo criterio?

R: Nell’ambito di questo criterio, che riguarda la professionalità dei progettisti, per “professionista accreditato” s’intende un professionista che ha sostenuto e superato un esame di accreditamento presso Organismi di livello nazionale o internazionale accreditati secondo la norma internazionale ISO/IEC 17024 – “Requisiti generali per gli Organismi che operano nella certificazione del personale” e abilitati al rilascio di una Certificazione energetico-ambientale degli edifici secondo i più diffusi rating systems (LEED, WELL, BREEAM, etc). Tali professionisti, che devono avere competenze generali sulla sostenibilità degli edifici e quindi non solo in ambito di efficienza energetica, in via esemplificativa, possono essere: LEED AP, WELL AP, BREEAM AP, etc. La stazione appaltante potrà verificare il requisito richiedendo lo specifico certificato di accreditamento ISO/IEC 17024 del suddetto Organismo.

Di seguito si rimanda alla sezione FAQ in merito ai nuovi C.A.M. dell'edilizia, con riferimento al D.M.  Ministero Ambiente 11/10/2017 pubblicato in G.U.  serie generale n.259  del 06/11/2017.

http://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/allegati/GPP/FAQ_CAM_edilizia_17_04_2018.pdf

Si allega inoltre il link di riferimento al testo pubblicato sulla G.U., per offrire maggiori delucidazioni al lettore.

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2017/11/06/259/sg/pdf

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CORSO BASE C.A.M. PER L'EDILIZIA

L'architetto Valentini è docente di vari corsi formativi sui Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l'edilizia.

 

 

Percorso formativo per la conformità al D.M. del 24/12/2015 (G.U. n.16 del 21/01/2016) con modificazioni ed integrazioni (approvato con DM 11 ottobre 2017, in G.U. Serie Generale n. 259 del 6 novembre 2017): 

“Adozione dei criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione”.

OBIETTIVI DEL CORSO

Il corso si prefigge l'obbiettivo di fornire le nozioni di base a tutti gli attori della filiera della costruzioni per affrontare le modalità di analisi e di implementazione delle specifiche tecniche contenute nel dispositivo normativo dei Criteri Ambientali Minimi, le caratteristiche di sostenibilità ambientale sia in fase di progettazione che in fase di costruzione ed esecuzione lavori. Si affrontano anche le conoscenze di base dei maggiori protocolli di certificazione energetico-ambientale degli edifici più diffusi a livello internazionale.

 

DESTINATARI
Il corso si rivolge a liberi  professionisti del settore edile costruzioni, collaboratori e tecnici di imprese edili, direttori di cantiere, direttori tecnici di imprese edili, tecnici della PA Pubblica Ammnistrazione, settore lavori pubblici, responsabili tecnici di aziende produttrici di materiali edili, sistemi e componentistiche impiantistiche.

INTRODUZIONE AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT

  • Introduzione al GPP: strategie europee, piano di Azione Nazionale 

  • Il Green Public Procurement nella normativa comunitaria

  • Il Piano D’azione Nazionale Per Il Green Public Procurement (Pan Gpp) E Il Collegato Ambientale (L.221/2015

  • Il CAM Edilizia e la normativa del Codice Appalti LL.PP.

CRITERI AMBIENTALI MINIMI PER L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E LAVORI PER NUOVA COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE EDIFICI

  • La struttura dei Criteri Ambientali Minimi

  • Le specifiche tecniche per gruppi di edifici 

  • Le specifiche tecniche dell’edificio  

  • Le specifiche tecniche dei componenti edilizi

  • Le specifiche tecniche del cantiere

  • Criteri e specifiche tecniche premianti  nozioni base  

  • I protocolli di  certificazione energetico ambientale

  • I sistemi di certificazione dell’edilizia sostenibile

  • Confronto CAM - LEED 

  • Esempi di gare pubbliche emanate  conformi ai CAM

GET IN TOUCH

  • Black Icon LinkedIn
  • Black Twitter Icon

Tel.: +39 0734 674423

P. IVA: 01142530441

E-mail: info@valentiniarchitetture.com

VALENTINI ARCH. ANDREA

Architect  LEED®AP  BD+C
USGBC Pro Reviewer
Chapter Marche GBC ITALIA

Via Giuseppe Verdi, 26

63822 Porto San Giorgio (FM) Italy

© 2019 by Valentini Architetture.

Proudly created with Wix.com

CONTACT US